Lokum

Premessa: Homme Sweeet Homme e’ una gran golosa, mangia tutto sia dolce che salato. Se le chiedono pero’ di cosa farebbe davvero a meno nel mondo “magnereccio” senza esitazione risponde: i LOKUM! Per scoprire il perche’, leggi l’articolo sotto la ricetta ( – :

Ingredienti:Lokum 1

25 gr Zucchero a velo

100 gr Farina di mais

700 gr Zucchero

1 Limone spremuto

3 cucchiai Gelatina in polvere

Colorante rosso – optional

2 cucchiai Acqua di rose

Ricetta:  Foderate una teglia quadrata con il film trasparente. Spolverateci sopra lo zucchero a velo e 25 gr della farina di mais. Ora in un pentolino mettete lo zucchero, il succo di limone e 400 ml di acqua, scaldate ma non fate bollire. Poi aggiungete il resto della farina di mais, 100 ml di acqua fredda e la gelatina in polvere. Mescolate bene affinche’ non si formino grumi. Portate ad ebollizione e, continuando a girare, fate cuocere a fuoco basso per 20 minuti. Togliete poi dal fuoco, aggiungete qualche goccia di colorante e l’acqua di rose e poi versate il tutto nella teglia preparata all’inizio. Fate riposare in un luogo fresco tutta la notte. Il giorno dopo tagliate il composto in cubetti e servite magari con un’altra spolverata di zucchero a velo.

E, dulcis in fundo, questo dolce è dedicato a: tutti quegli uomini troppo dolci fuori e cosi poco nutrienti dentro. Infatti, cari lettori, il problema del lokum e’ che al primo boccone e’ stucchevolmente zuccherato, ma poi lo addenti e ti ritrovi una massa gelatinosa in bocca che in realta’ non sa di niente. Morale: hai appena inghiottito 1000 calorie per zero piacere…Beh, esistono uomini proprio cosi. Quelli che io soprannomino anche i “vorrei ma non posso”. Un esempio fra tutti, Mr Budino, ma in genere si tratta di quegli uomini indecisi e insipidi che promettono cose (che magari tu neanche vuoi), ma poi si tirano indietro con le scuse piu’ stupide: vorrei stupirti con effetti speciali, ma mi faccio anche la tua migliore amica quindi non e’ il caso; vorrei portarti a cena al ristorante stellato, ma proprio oggi mi e’ morto il cane e sono triste; vorrei fare un figlio con te, ma poi rovineremmo la nostra amicizia; vorrei portarti all’Opera di Vienna, ma mi fa male la schiena e non riesco a stare troppo a lungo seduto.

Cari uomini-Lokum, per favore, trovate delle scuse piu’ credibili oppure siate piu’ sinceri con noi povere donzelle credulone e con voi stessi: se le cose non le sapete o volete fare, ASTENETEVI DAL PROPORLE! Detto cio’ io cerchero’ di starvi alla larga il piu’ possibile. Amarezza per favore vai viaaaaaaaaaaaa

Comments are closed.